Il mio ultimo giorno (gianfrancofauci)

Ho deciso che questo sarà il mio ultimo giorno. Non ho ancora stabilito come morire e confesso di avere un po’ paura. Ho pensato al tram, al treno, alla metropolitana; a tutte quelle morti nelle quali qualcosa di molto pesante ti piomba addosso. Però che strazio. cane.jpgHo anche pensato di buttarmi da un terrazzo, ma l’idea di precipitare nel vuoto, seppur per poche frazioni di secondo, mi terrorizza. L’unica cosa che mi consola è che la mia morte non rattristerà nessuno. Certo, a chi vuoi che interessi la morte di un cane.

Sono un bastardo, di quelli che ronzano per le strade in cerca di qualcosa che tutti credono essere cibo, mentre, solo in pochi sanno che si tratta di compagnia, di affetto, di amicizia.

Eppure mi ritengo fortunato. Assurdo per chi è in procinto di suicidarsi, lo so. Ma quello che ho vissuto in quest’ultimo mese vale una, dieci, cento vite.

 

Il mio ultimo giorno (gianfrancofauci)ultima modifica: 2013-07-25T08:25:00+02:00da gian-fa
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il mio ultimo giorno (gianfrancofauci)

Lascia un commento