La cultura del negativo avvelena l’uomo

Giornali, media, web, ci propinano in prevalenza notizie negative. Anche nella quotidianità quest’ultime prevalgono su quelle positive in modo fin troppo naturale. Nel raccontarci talvolta preferiamo parlare dei nostri problemi, delle nostre paure e delle nostre ansie, piuttosto che dei nostri successi, delle nostre passioni e delle nostre seppur piccole vittorie. Come se il lamentarsi fosse divenuto un modo per attrarre l’attenzione altrui. Inoltre, dire che ci va male non ci espone all’invidia anzi apre le porte della solidarietà. Il problema è che il negativo, il triste, il lamento in genere sono fortemente contagiosi, si propagano inquinando l’energia e l’ambiente in cui viviamo, tossici, avvelenano la nostra esistenza.
La cultura del negativo avvelena l’uomoultima modifica: 2013-12-05T11:56:55+01:00da gian-fa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento